23 luglio 2007

Epolis fa bene alla salute/2

E bisogna continuare a dirlo, anche se pare che della sorte di Epolis importi poco. Sembra che alla vicenda sia stato dedicato pochissimo spazio. Io non so, vivo lontano dai luoghi in cui si fanno e si disfano le cose. Ma per posta il giornale non mi arriva più e sulla pagina web c'è la desolata prima di venerdì 20, che spero non sia l'ultimo giorno di uscita del giornale. Un giornale sul quale io ho scritto. Mi sta a cuore anche per quello. Non ci rendiamo conto di quanto possa essere importante contribuire a fare qualcosa che poi la gente legge, su cui si forma, s'informa, si basa per la propria quotidianità. Sembra banale, ti fai la tua ricerchina, scrivi un testo facendo del tuo meglio, ma anche no, lo spedisci, lo rivedi il giorno dopo. La cosa non fa di te uno importante, nessuno che la vede gli dà importanza, ma per qualcuno è importante. E' un modo di condividere le cose con altri che non conosci, ma ti stimano. E' difficile da dire. Ho scoperto con sorpresa che c'è gente che sta lì ad aspettare, trepidando, che il giornale esca. Gente per la quale non è la stessa cosa, e non è gente che ci lavora o che ha amici e parenti che ci lavorano. Gente che a questo giornale si è affezionata, che lo segue, lo conserva, addirittura. Io non so che dire, lascio un messaggio in bottiglia e spero che qualcuno possa trovarlo e leggerlo. E dire la sua su quello che significa, qui e ora, un giornale che chiude.


Aggiornamento:
se ne parla qui:
Dario Banfi
Ciro Pellegrino
altri link sul posto

la solidarietà del presidente della provincia di Firenze

anche Squonk, che ringrazio

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Io sto qui, again.
Forza Epolis, porco cazzo! (scusate il linguaggio forbito)
Fiammetta

pancrazio anfuso ha detto...

siamo tutti qui
fino a quando non si torna a uscire!

gf ha detto...

...sono arrivata qui cercando notizie sulla sorte di epolis, con cui ho collaborato un po' anche io. Hai ragione, fa bene alla salute, è un gran bel progetto, addiritura pedagogico e sono convinta che non finirà qui. certo che il silenzio degli altri media su questa vicenda è imbarazzante...
giorgia

enver ha detto...

grazie