19 agosto 2007

Bossi: sciopero fiscale. Ma contro chi?


Il CGIA di Mestre (Associazione artigiani e piccole imprese) ha reso pubblico venerdì scorso un documento dal quale risulta che, nel 2005, la pressione tributaria locale più alta è stata quella del comune di Milano . I Milanesi hanno pagato 2082,23 Euro pro capite di tasse, tra comunali, provinciali e regionali, contro la media nazionale di 1434,13. Nella classifica tutti i comuni lombardi sono ben piazzati: dal quinto posto al decimo sfilano Pavia, Mantova, Como, Lecco, Sondrio e Cremona, Lodi al tredicesimo, Bergamo al quindicesimo, Varese al diciassettesimo, Brescia al ventunesimo posto a chiudere la fila con 1678 euro pro capite e spicci, sopra la media nazionale di quasi il 20%. La maggioranza delle città lombarde è amministrata dalla CdL. Non si capisce, dunque, contro chi dovrebbero essere pronti a scioperare dieci milioni di contribuenti lombardi...

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ragionamento troppo complesso, per chi vota questo signore.