10 dicembre 2007

Avanti, miei Prodi

Se Bertinotti e gli altri si rendono conto che tirarsi indietro significa spostare l'asse dell'Italia verso il centro e verso la destra. si fa qualche passo avanti. E sembra che qualcosa di buono stia accadendo, nelle ultime ore. Quello che è successo a Torino significa che c'è un bisogno disperato di un contrappeso a sinistra, ma di quelli concreti, che portino a casa risultati. Questo governo qualcosa ha fatto e se non fosse stato questo l'equilibrio delle forze dell'Unione avrebbe forse fatto meno cose per i più deboli. Serve la riforma elettorale, per quando si tornerà al voto, ma serve anche dare una continuità alle cose buone che sono state fatte, e farne ancora, farle crescere, seguire. Ci sono semi da piantare in questo deserto, ed è politica di quella migliore, fatta avendo a cuore la gente. Fateci vedere che ci riuscite ancora, e non ci venite a dire che la base di sinistra non capirebbe, che se non capisce la gente di sinistra, chi altri allora?

Nessun commento: