18 gennaio 2008

E' morto Bobby Fischer


Il nome, forse, non dirà niente ai più giovani. Fischer era un mito degli anni settanta: vinse la sfida appassionante (ne parlava la televisione tutti i giorni...) con Boris Spassky, campione russo, in piena guerra fredda. Rifiutò poi di difendere il titolo mondiale conquistato contro Karpov, successivamente. E' considerato, da sempre, il più grande giocatore di scacchi mai esistito. Peccato sia mancato un confronto con Kasparov...

1 commento:

Anonimo ha detto...

Più che rifiutare, in quanto detentore poteva proporre alcune modalità di svolgimento della sfida, ma alcune sue proposte furono ritenute inaccettabili da parte della FIDE. Da lì in poi iniziò il suo declino, al quale contribuì anche una forma di autismo, a quanto si dice. Ha creato anche una nuova versione del gioco, per la verità senza molto successo, visto che riteneva che ormai le prime 15-20 mosse di una partita non riservassero più segreti.
Un grande, forse troppo grande per reggere il suo stesso peso.