4 marzo 2008

Cassancio

Fossi doriano, sarei inferocito, ma solo un po'. Mi ricordo la terribile scena che fece Mancini, nel 95, contro Nicchi. Era un Samp-Milan e Mancio beccò sei giornate di squalifica (ebbe poi a ripetersi in modo meno plateale in biancoceleste, sempre contro il Milan ma stavolta non nei confronti dell'arbitro...). Impossibile non accostare i due episodi, anche perché si tratta dei due massimi talenti che abbiano mai vestito il blucerchiato, più o meno. E siccome uno ha segnato l'età dell'oro, il tifoso sai com'è: ci spera. Ai doriani auguro di godersi il loro fenomeno, che è davvero un godimento per gli occhi del tifoso. Con qualche sceneggiata in meno. In nazionale uno così non può non giocare. Abbiamo sopportato Totti per anni, non vedo perché non dovremmo rischiare per uno più forte.

Nessun commento: