20 aprile 2008

Che poi, ripensandoci

Ai tifosi va portato rispetto, per quanto a volte non se lo meritino. E a tutti i tifosi, mica solo a quelli propri. Parlare di salvezza arrivando a Catania con 40 punti in saccoccia, anche se si ha la squadra per farne venti in più, non significa che si debba dimenticare chi per la salvezza lotta per davvero, a cominciare dall'avversario che si ha di fronte per finire con le varie Empoli, Livorno, Reggina, Cagliari, Parma e compagnia che con dignità e molti meno mezzi si stanno giocando alla disperata la salvezza. Questa cosa non mi è piaciuta, e la metto insieme alle "lezioni di vita" del presidente per ricordare che altre sono le tradizioni sportive a cui facciamo riferimento, per quanto non sempre ci sia riuscito di contribuire ad alimentarne il mito. Ora che possiamo, cerchiamo di farlo, invece di parlare di salvezza.

Nessun commento: