10 maggio 2008

Don't worry about the government

Me la canticchio, la canzone, ora che abbiamo un nuovo governo. Oddio, nuovo. C'è Tremonti, pedditte, che da solo basterebbe, lasciamo stare poi Scajola, che le bestemmie sono fuori luogo. Bossi, Calderoli, Rotondi, chi più ne ha più ne metta. Di certo non ci sarà da prendersela troppo con Mara Carfagna, come da foto provvista di solidi argomenti da far valere per stare con pieno merito al governo del Paese. Un governo giovane, asciutto rispetto al pletorico esecutivo prodiano (oh, così dicono, anche se i ministri sono gli stessi, non ve la prendete con me) e determinato ad agire su tutti i fronti possibili per risvegliare il bel pese addormentato, che sogna munnezza e viulenza, intanto che impoverisce e muore. Sò arrivati i nostri. E il bello è che non ce la possiamo prendere con nessuno, se non con noi stessi. Evviva Maria, insomma. Anzi, evviva Mara...

1 commento:

Anonimo ha detto...

m'immagino Brunetta che sbava, al consiglio dei ministri