13 settembre 2007

In viaggio


La migrazione avanza, piano piano. Da quasi quattro anni sposto le cose e accumulo ricordi altrove. Mi sposto verso nord come l'ago di una bussola. Si aprono strade, se ne chiudono altre, si scrivono capitoli nuovi. Adesso stiamo accelerando, cominciamo a completare l'opera. Si avvicina il momento di levare gli ormeggi: qualche giorno ancora. Il rumore, l'odore, il traffico, la gente che si trascina e tutto il resto, lontanissimi. Da quando abbiamo preso questa strada le cose hanno incominciato a correre sempre più veloce. Segno che abbiamo fatto bene. Tra una settimana vado. Mi aspetta un futuro di vino. Dorato, di frutta e fiori, morbido e pulito, tra torri e colline dolci. E' tutto pronto e come sempre quando è tutto pronto il tempo non passa più.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Il tempo passa come sempre. E' la nostra percezione che rallenta e ferma il mondo e le cose. Finché non ci svegliamo una mattina e, abbastanza increduli, scopriamo che il momento atteso ci siede sulle gambe.
Un bacio, Pankandante. :)
Fiammetta

Julian's blog ha detto...

Dear Panktalk:
Beautiful photograph!
Julian
www.ijulian.blogspot.com

Anonimo ha detto...

'sta casa aspetta a te
(che smania 'e te ved� tutti i giorni)

Anonimo ha detto...

dove vai a cominciare, anzichè finire?
stefano

pancrazio anfuso ha detto...

ricomincio da San Gimignano